mercoledì 2 aprile 2014

WAAD 2014 - con Enzo Decaro


<
Quando incontro una persona che conosco la devo salutare.
Quando conosco una persona e il suo nome la devo salutare.
Anche questa persona, se mi conosce e conosce il mio nome mi saluterà.
Per salutare posso dire "ciao".Qualche volta posso anche stringere la mano mentre dico 'ciao'.
Non importa se non mi posso lavare le mani subito dopo, lo farò appena arrivo a casa.
Se saluto le persone che conosco, loro saranno molto contente perché salutare è una cosa che fa piacere alla gente>>

Questo è un esempio di “storia sociale” di cui il bambino autistico necessita, per comprendere ed essere compreso. Raccontare storie permette la condivisione, avvicina mondi diversi. Accorcia le distanze.

“Usciamo da noi stessi e mettiamoci nei loro panni”

Vi aspetto nelle giornate del WAAD ROMA 2014 il 2, 5 e 6 aprile a Roma.

Io ci sarò.

Enzo Decaro

Nessun commento: